tony studente rondine

Tony ha visto suo padre morire quando aveva solo 8 anni, durante la guerra civile in Sierra Leone. E’ stato ucciso dai soldati di una tribù avversaria. Oggi è tornato a sorridere perché è riuscito a superare l’odio e il desiderio di vendetta. Non solo, Tony ha deciso di impegnarsi perché quello che è successo a lui non capiti più. “Voglio tornare nella mia terra e lavorare perché il conflitto si risolva. Mi occupo di scienze bancarie e credo che migliorando le leggi che regolano l’economia, il paese potrà cambiare profondamente. Per questo ho deciso di dedicarmi a questa disciplina”. Intanto ogni sabato, si collega con gli amici sierraleonesi sparsi nel mondo e attraverso un programma radiofonico cercano di diffondere il loro messaggio di pace.

 

Tony saw his father die, killed by the soldiers of an opposing tribe during the civil war in Sierra Leone, when
he was just eight years old. Today, he is able to smile once more because he has managed to overcome hatred and the desire for vengeance. Not only that, Tony has decided to commit himself to ensuring that what happened to him cannot happen to anyone else: “I want to come back to my homeland and work for the resolution of the conflict. I study banking and I believe that by improving the laws that govern the economy, the country can change deeply. That’s why I decided to study this subject”. Meanwhile, every Saturday, a radio program connects him with his Sierra Leonean friends all over the world, through which they try to spread their message of peace.